La prima pasta fillo… My first Fillo’s…

Col ricordo della pasta croccante delle briques ripiene di patate e uova, ho ripreso in mano il fantastico libro di Sara Papa sul pane e mi sono tuffata con l’entusiasmo di una 20enne sulla ricetta per ottenere la pasta fillo (in fondo ho solo un’età che prevede un 20 moltiplicato per due, ergo doppio entusiasmo!🙂 )

Gli ingredienti sono semplicemente 250 grammi di farina 00, 150 grammi di acqua tiepida, 1 pizzico di sale ed olio extravergine d’oliva.  Impastate la farina con l’acqua ed il pizzico di sale, fino ad ottenere una consistenza morbida ed elastica (io ho tenuto la farina accanto al piano di lavoro, e ne ho aggiunta ulteriormente, fino ad avere la sensazione che la pasta fosse pronta!) e poi lasciate riposare, coprendo con un panno umido, per una mezz’ora il vostro impasto.

Formate delle palline di più o meno 50 grammi e stendetele con un matterello piccolo (di quelli da 1 cm di spessore: ho penato per trovare qualcosa di idoneo, e poi ho lasciato carta bianca alla fantasia…), fino ad ottenere dei piccoli dischi di pasta. Sovrapponete tre, stando attente a spalmare con le mani, tra un disco e l’altro, dell’olio d’oliva: una volta ottenuto il trittico, premete i dischi come se voleste disegnare una grata, prima in un verso e poi nell’altro, e cominciate a stendere la pasta, fino ad ottenere un disco grande e sottile (teoricamente dovreste riuscire a far “schioccare” la pasta sul matterello come fanno le migliori sfogline: ecco diciamo che io sono alle prime armi, e quindi lo schiocco non è stato proprio dei migliori…) . A questo punto la vostra pasta fillo è pronta per esser lasciata riposare su un telo da cucina (attente che si attacca che è una bellezza!), mentre decidete il vostro ripieno preferito: io ho optato per patate, crudo e fontina valdostana, ma potete sbizzarrirvi con ripieni anche più saporiti o dolci visto che la base è neutra.

Le foto non sono proprio il massimo, ma sto cominciando a scoprire il magnifico mondo di Photoshop ed adoro giocare, quindi chiedo venia in anticipo!🙂

Una volta, deciso il ripieno, tagliate la pasta a strisce e farcitele, una volta chiuse, spennellate di olio su tutti i lati: se optate per la cottura in forno (piuttosto che fritto), ci vorranno più o meno 20 minuti a 180°, ma la croccantezza e la delicatezza di questa pasta vale il lavoraccio di stesura!!!

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

When I was a kid, I was fond of briques (the typical fried crunchy pasta with potatoes and eggs inside), and reading the great book about bread by Sara Papa, I discovered the recipe to get homemade pasta Phyllo… So feeling again twenty (as a matter of fact, I doubled the enthusiasm!!), I prepared my first Phyllo home, using the simple ingredients you will need, if you want to try…

This means 250 grams of wholegrain flour, 150 grams of not-so-warm water, 1 pinch of salt and olive oil. Melt the flour with water and salt until you get the perfect dough: you will feel that the past is soft and not sticky, so if you need use a little bit more of flour to get it right! Leave the dough for half an hour, covered with a humid kitchen towel and start deciding your filling (I went for mashed potatoes, ham and some mountain cheese from Val d’Aosta), knowing that you can go for a salty or a sweet inside, because the dough is neutral in taste…

Form some balls of about 50 grams and roll out the dough in thin circles with a rolling pin (1cm large and 80 cm long): once your circles are ready, stack one on the other, brushing them with some olive oil in between. Then the difficult part of the recipe, is to roll them out, drawing a kind of grate, then roll definitely the three-in-one circles until the dough gets thinner and larger.

You can cut the dough with a knife in long stripes, fill each of them with some filling and close them. At this point, you will need to brush each of them with some oil and if you go for the oven, they will be ready in 20 minutes at 180° (otherwise you can make them fried!)…

Photos are not so colorful, but I guarantee the crunchy result you can’t see in my Photoshop experiments!


Una risposta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...