Nuova versione dei cantucci con nocciole, cioccolato e cacao…

Questa versione di cantucci molto molto cioccolatosi nasce dall’esigenza di far scomparire tonnellate di uova di cioccolata avanzate anche quest’anno (e mi riprometto sempre che il prossimo anno, cercheremo di inviare a tutti il messaggio “meno cioccolata e più libri”, ma tanto già so quale sarà il risultato!), ma anche dal pericolo farfalline ghiotte di frutta secca, che mi ritroverò  ben presto a dover fronteggiare (e non mi dite che il foglietto ammazzafarfalline funziona, perché dopo aver avuto quel foglio-cimitero appeso per mesi, ho comunque trovato delle superstiti tra la farina e le mandorle… secondo me, si stanno facendo furbe!)

Comunque, facendola breve, alla solita ricetta che prevede 180 gr. di margarina, 350 di zucchero bianco, 3 uova medie, 2 cucchiaini di sale, 1/2 chilo di farina, 1 cucchiaino di lievito in polvere ed 1 cucchiaino scarso di essenza di vaniglia, ho aggiunto cioccolato e nocciole, ma prima di infornare ho anche spolverato il tutto con del cacao.

Mescolate bene zucchero e margarina, poi una alla volta, unite le uova. Aggiungete la farina con il sale e quando l’impasto sarà ben amalgamato, mettete il lievito, la vaniglia, il cioccolato sminuzzato e le nocciole intere. A questo punto ho formato due panetti, poggiandoli su una teglia con della carta forno e li ho spolverati con del cacao amaro (le foto con il cacao amaro hanno lo stesso rumore di una cravatta a righe, ma vi assicuro che al primo morso, vi dimenticherete del rumore come concetto universale).

Il tutto va in forno per 15 min abbondanti a 200° e poi una volta raffreddati e tagliati, di nuovo in forno a 180° per farli biscottare ben bene.

Ed anche per quest’anno le uova di Pasqua sono state consumate🙂

Time for my fave biscotti recipe once again (the Cantucci): this last version comes from the need to wipe out a huge amount of chocolate eggs (and I always promise myself that next year we will try to send the message  to all the family “less chocolate and more books,” but I already know what the outcome will be!), but also there is the coming danger of the little food butterflies, fond of nuts, I will soon have to deal with (and do not tell me that kind of sticky paper sheet where they should get attracted, works, because after I had this weird  paper-hanging  cemetery for months in my shelves, I still found some “survivors” in the flour and almonds … in my opinion, they are doing clever!)

However, making this story as short as possible, to my usual Cantucci recipe that provides 180 grams of margarine, 350 of white sugar, 3 medium eggs, 2 teaspoons of salt, 1/2 pound of flour, 1 teaspoon of baking powder and 1 teaspoon of vanilla extract, I added chocolate and hazelnuts,but before I  also sprinkled everything with cocoa powder. Stir sugar and margarine, then one at a time, add the eggs. Add the flour with the salt and when the dough is well mixed, put the baking powder, vanilla, chocolate and chopped hazelnuts. At this point I splitted the dough in two parts, put them on a baking tray with greaseproof paper and I have dusted them with bitter cocoa powder (and you will discover that cocoa powder in photography has the same “noise” as a striped tie on a tv screen, but I assure you that at the first bite, you will forget the noise as a universal concept).

It should all be in the oven for 15 min at 200 ° and then once cooled and cut, again in the oven at 180 ° to make them well cooked. And for this year’s Easter eggs were consumed again🙂

  1. Che meraviglia!!!! Stupendi!!!!!
    A proposito, non le usare le cartine “ammazzafarfalline” perchè sono impregnate di ferormoni che ne attirano delle altre dall’esterno, quindi se ne hai una te ne ritrovi dieci (e, in tutta onestà, per quanto le detesti…mi fanno pena a vederle dimenarsi fino a strapparsi le ali, meglio una botta e via!).
    Un bacio!

    • Grazie Bucaneve! Ho adottato la campagna anticartine qualche tempo fa, perché come dici tu, vederle appiccicarsi e muoversi mi dava la sensazione di una tortura lenta ed inesorabile, che non meritano neanche se si infilassero in tutti i pacchetti chiusi del mondo… in più ora capisco perché aumentavano sempre e non diminuivano mai… Grazie!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...