Ho bisogno di un Natale che faccia bene al cuore e biscotti a volontà… I need a Heartwarming Xmas time and tons of cookies…

alberelliinizio
Sono giorni particolari quelli che stanno scorrendo sul mio calendario, un mix di tensione buona e pensieri in libertà, mentre fuori il panorama cambia drasticamente, la pioggia si tuffa nel mare e mi piace pensare che l’acqua scioglierà presto la coltre di nuvole e a poco a poco, il sole tornerà a spuntare.
E mentre da un lato, si cominciano a compilare le liste di Babbo Natale, penso che sia l’occasione di tornare in cucina per nuovi esperimenti con i biscotti, partendo da un classico e piano piano, scoprendo altre tradizioni, magari grazie ai vostri suggerimenti…
Gli alberelli di oggi prendono spunto dalla ricetta dei BISCOTTI AL TÈ MATCHA.
 
Ingredienti per circa 30 biscotti
  • 215 g di farina 0
  • 100 g di zucchero a velo
  • 150 g di burro
  • 3 tuorli
  • 1 cucchiaio di tè matcha in polvere (io ne ho utilizzato solo mezzo perché non tutti amano il sapore intenso del té matcha)
  • gocce di cioccolato fondente
Setacciate lo zucchero a velo ed il tè verde (se non ne avete, potete utilizzare della cannella per aromatizzare i vostri alberelli). Aggiungete il burro a temperatura ambiente e mescolate con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Aggiungere  poco a poco la farina setacciata, mescolando bene, e quando avrete terminato, incorporare i tuorli, uno alla volta. In ultimo aggiungete le gocce di cioccolata, che avrete tenuto in freezer per 30 minuti almeno, in modo da non rovinare il cioccolato con il calore della lavorazione.
A questo punto per avere una pasta lavorabile con i tagliabiscotti, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per almeno 1 ora.
Accendete il forno a 180° gradi. Stendete l’impasto con il matterello fino ad ottenere uno spessore di 0,5 cm massimo 1 cm e ritagliate i biscotti con lo stampino prescelto (io comincio a farmi influenzare da Babbo Natale).

Disponete i biscotti su una o più teglie rivestite di carta da forno: infornate per  15 minuti circa (si devono colorare appena i bordi) e fatemi sapere se possiamo migliorare la ricetta, in tempo per sfamare le renne! 🙂

alberellicentro

Special days are just flowing on my calendar, a mix of tension and good thoughts in freedom, while outside, the weather scenery changes dramatically, the rain jumps into the sea and I like to think that the water will dissolve soon the cloud cover and little by little, the sun will come back to warm our faces.

And while on one hand, you begin to compile your gift list for Santa Claus, I think it’s an opportunity to get back into the kitchen to new experiments with cookies, starting with a classic floor plan, discovering other traditions, perhaps thanks to your suggestions or to the ingredients, left in my shelves…
The trees today are inspired by the classical, modern recipe of  TEA MATCHA COOKIES.

Ingredients for approximately 30 cookies
215 g of flour 0
100 g of powdered sugar
150 g of butter
3 egg yolks
1 tablespoon of matcha tea powder (I only used half because not everyone likes the intense flavor of tea matcha)
dark chocolate chips

Sift the icing sugar and green tea (if you prefer, you can use cinnamon to flavor your trees). Add the butter to room temperature and mix with an electric mixer until the mixture is smooth and homogeneous. Gradually add the flour, stirring well, and when you are ready, stir in the egg yolks, one at a time. Finally add the drops of chocolate, which you will keep in the freezer for at least 30 minutes, so as not to damage the chocolate with the heat of the hands.

At this point in order to have a workable paste with cutters, wrap in plastic wrap and let rest in refrigerator for at least 1 hour.

Preheat the oven to 180 degrees. Roll out the dough with a rolling pin until you get a thickness of 0.5 cm up to 1 cm and cut out cookies with your fave cookie-shaped cutter (I’m starting to have a Santa Claus’ attitude!).
Arrange the cookies on one or more trays lined with baking paper: bake for 15 minutes (you just have to color the edges of the cookies) and let me know if we can improve the recipe, in time to feed the reindeers! 🙂

alberellifine

Annunci

Buon Natale a tutti… Wish you a Cookie Christmas to everybody!

Non c’é tempo da perdere, tutto di corsa, uff arf off… Eppure stamattina appena sveglia, ho pensato a tutte le donne che passeranno i prossimi due giorni ai fornelli, senza lamentarsi, felici del loro ruolo, con i capelli pieni di farina ma il sorriso più bello del mondo… Così ad alcune di loro, stamattina ho preparato una variante dei Cantucci al cioccolato, utilizzando delle albicocche candite e del cioccolato bianco… Magari a fine lavoro, meriteranno un momento di dolcezza anche loro!

La ricetta dei biscotti la trovate qui

Everybody is in a rush, everybody runs… pant, puf, pant… and this morning when I woke up I thought about all the women cooking for the next couple of days in their kitchen, flour in the hair and a huge smile on their face… So I decided to cook my cookies for the ones of my family, and to send them a new version of cookies (the first one is with choco drops) with some dried apricots and white chocolate… I wish I could send some to everybody and give you my warm wishes of a lovely, colorful Christmas time!

(The basic recipe for cookies is here )

Senza i Raffiuoli, non è Natale… It’s not the same Christmas without Raffiuoli

Girovando di blog in blog, occupazione ormai quasi giornaliera, sono incappata in quello di Ornella, e devo dire che il suo Giardino dei Sapori e dei Colori, mi ha affascinata e fatta sentire ancora più in spirito natalizio del solito… Così ho deciso di cimentarmi in una tipica ricetta natalizia partenopea e di lasciarla nella sua raccolta di Natale per condividere, anche se solo in modo etereo, una piccola fetta di tradizione locale… E’ stata la mia prima volta con i Raffiuoli (che da queste parti insieme a sosamielli, rococò e mustaccioli sono i dolci tipici, che trovate ovunque), quindi mi perdonino tutte le persone che sono più ferrate di me con questo dolce, ma vedrete che col tempo saranno ancora più belli…

Io per la prima volta, ho deciso di farne una decina, ma vi assicuro che è una ricetta che funziona, quindi se avete molti ospiti, osate raddoppiando le dosi che seguono!!!
1 Fase : pan di spagna.
Sbattete 3 uova con 100 grammi di zucchero ed un pizzico di sale con le fruste (io usando il KitchenAid a velocità media, ho fatto andare il tutto per 4 minuti circa, se usate un frullatore normale, ci vorrà una decina di minuti in più), una volta che il composto sarà ben gonfio, unite poco alla volta 90 grammi di farina, mescolando dal basso verso l’alto per non perdere la leggerezza del composto. Scelti i vostri pirottini, formine o recipienti in silicone, riempiteli per 3/4 ed infornate per 15 minuti a 160°.
2 fase Ripieno – Nel frattempo preparate la vostra crema per il ripieno, con 250 gr. di ricotta (io ho usato la romana, che trovo meno liquida ed altrettanto delicata), 150 gr. di zucchero e gocce di cioccolata fondente.
3 fase Bagna – Preparate da una parte anche la bagna per il pan di spagna con dell’acqua, un pò di zucchero, a cui aggiungerete una volta sciolto e sempre fuori dal fuoco, un liquore a base ciliegia (maraschino, cherry o anche ratafià, a seconda dei gusti). 

4 fase: Allestimento dolce – Una volta che le vostre basi di pan di spagna si saranno raffreddate, tagliate la parte inferiore e con le dita (vedrete che il pan di spagna è estremamente duttile), scavate l’interno del dolce, mettendo da parte le briciole che riutilizzerete (non si butta niente!). Ammorbidite la base con la bagna che avrete preparato e mettete in questa cavità la farcia di ricotta e cioccolata e richiudete bene, capovolgendo le vostre cupoline o qualsiasi altra forma abbiate scelto, e mettendole su una griglia.
A questo punto, se siete delle regine dei fornelli avrete la vostra ricetta per lo zucchero fondente, se invece avete un negozio vicino casa ben fornito, potrete utilizzare della sugarpaste sciolta a bagno maria (e ritorna praticamente glassa!), che farete scivolare sui vostri dolcini, ricoprendoli (anche colorandoli se vi piace) e decidendo se mettere una ciliegia, un pezzetto di pasta di mandorle, un candito o altro sulla cima, prima che la glassa si asciughi troppo, però… (tradizione vorrebbe che fosse posizionato un rettangolino di cedro prima della glassa in cima al dolcino, ma è anche bello variare, seguendo i gusti di tutti, no?)
Non mi resta altro che regalare ad Ornella questo piccolo dolce, e augurare a tutte un Sereno Natale…
°°°°°°°°°°°°°°

Raffiuoli are a typical small cake from Naples, you can find on Christmas tables together with other traditional specialties like sosamielli, roccocò and mustaccioli (with the first and the last you must have strong teeth, because they are poor sweets, basically made with sugar and almonds!).

The occasion is Ornella’s Blog Christmas Collection and I decided to try for the first time, to prepare Raffiuoli home instead of buying them… I used a quantity good for 10 pieces, but if you want to try this recipe and have more guests, you can double the ingredients and the result will be perfect!

First of all, the sponge cake: shake 3 eggs with 100 gr. of sugar and a pinch of salt (I used KitchenAid at 4 for 10 minutes but if you have a normal electric whisk you should work the eggs for at least 15-20  minutes until the mix gets soft). Then add 90 gr. of all purposes flour, paying attention to mix softly from the bottom to the top to do not loose your soft mix. Choose your baking shape (muffins or cupcakes one are perfect) and fill 3/4 of them with the mix. Cook in the oven at 160° for 15 minutes.

While the oven is going, prepare the cream for the filling: use 250gr. of fresh goat cheese (ricotta) mixed well with 150gr of sugar and chocolate drops. While you wait for you sponge cake portions to get colder, prepare some soaking with water and sugar, and when it gets colder, out of the fire, add some cherry liqueur.

Once your sponge cake can be used, cut the base of it, take out the inside (but keep it), wet a bit with your soaking and fill the hole with your cheese cream. Once this is done, close well with all the parts your removed and put the cakes on a grill.

At this point, you can put everything for 10 minutes in the freezer and make some fondant sugar or boil some ready sugarpaste to obtain the final icing for your cakes. Don’t forget to put on the top either half cherry or some dried cedar or some coloured almond paste… I am sure that you will enjoy this lovely tradition although you’re not living here…



Quanta energia ha Babbo Natale? Santa Claus should have lots of energy in these days…

Dopo aver passato la giornata, tra albero e decorazioni, mi sono concessa una merenda fresca e salutare, vista la quantità di mandarini, che stava cominciando ad invadere la mia cucina (una buona scusa per mangiare frutta in modo diverso).
Visto che le grandi mangiate si avvicinano, questo può esser un modo divertente per avere una gelatina che si presta bene, anche ad esser arricchita con fiocchetti di panna, granella di pistacchi e qualche goccio di liquore… Per la versione soft, invece vi serviranno 1 kg. di mandarini, 1 limone, 80 gr. di zucchero e 5 fogli di gelatina.

Prima di tutto mettete i fogli di gelatina in un piatto con acqua a temperatura ambiente. Spremete mandarini e limone, filtrate il succo con un colino a maglie strette e versatelo in una casseruola. Aggiunte lo zucchero e portate il tutto ad ebollizione, per 3 minuti, per esser certi che lo zucchero si sciolga tutto.

Incorporate la gelatina, che avrete strizzato bene e mescolate il tutto. A questo punto, fate raffredare il liquido, scegliete i vostri stampini, riempiteli e copriteli con la pellicola. Il tutto dovrà riposare in frigorifero almeno per un’ora, per ottenere la giusta consistenza.  Quando la gelatina sarà pronta, se avete difficoltà ad impiattare immergete per qualche secondo gli stampini in acqua tiepida e poi servite.

Io ho provato anche ad arricchirla con un sottile strato di cioccolata fondente, e vi assicuro che è veramente ghiotta (ma sempre con le giuste calorie!)

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣

After all the day spent in dressing my tree and distributing decorations all around the house, I finally stopped (for a while) and decide to prepare a fresh, fresh tangerine orange jelly.

Ingredients are very easy to find, this is the right season for tangerines… so you will need 1kg. tangerines, 1 lemon, 80 gr. white sugar and 5 sheets of isinglass.

Put the isinglass sheets in a bowl with some water. Squash tangerines and lemon and pass the juice through a little strainer. Put the juice in a saucing pan with the sugar, boil everything for 3 minutes, until the sugar is completely melted.

Squeeze the isinglass to remove water and add them to the juice, that will be colder at this step. Then put the juice in some stencils, cover them with some plastic paper and leave them in the fridge for at least one hour.

This is the healthy recipe, but if you want, during Christmas, you can enrich the jelly with some choco drops, some cream or some nuts on the top…

Giornata trascorsa a spolverar renne, lucidare decorazioni… A day spent cleaning Santa’s Reindeers and looking for tree’ decorations

Oggi niente pasticci in cucina, sono corsa seguendo il ritmo delle renne impazzite per far mente locale e cercare doni e bontà da poter regalare a chi anche quest’anno ha sopportato me e le mie idee geniali con tanta, tanta pazienza…

E naturalmente, tappa obbligatoria in pasticceria ad ordinare dolci di rinforzo per le feste e la cassata siciliana ( e solo quella) che adora il mio maritino! Prima o poi dovrò imparare, ma visto che per ora ho una valida alternativa… E voi? Mi piacerebbe tanto sapere quali saranno i dolci più gettonati sulle vostre tavole, chissà potrebbe esser carino, fare un sondaggio e avere l’immagine di un’Italia natalizia a tavola, come tradizione vuole…

Today was my day out of the kitchen, running around and looking for some Christmas ideas and gifts for the ones I love… Among the other things, an obliged stop to my fave pastry’ shop where I book (yes, correct, you should book it in advance or nothing) the Sicilian cassata, one of the most difficult cake to make for me, and considering this is my husband’ fave one… while I am learning how to prepare it, I prefer to buy a good one for this Christmas… Would be nice to know which will be the most fave dishes on your Christmas table this year, do you mind in telling me if you stop by? 🙂